Escher

Il termine «dialogo» (dal greco dia– e logos) indica una parola (logos) che nasce e cresce grazie al concorso di una pluralità di interlocutori, circolando attraverso (dia-) ciascuno di essi. Il dialogo è l’evento entro cui identità irriducibilmente differenti l’una all’altra entrano nel circuito fecondo del confronto e della relazione. A questa parola, recuperata nella sua originaria dizione greca, e a ciò che essa indica, intende ispirarsi lo spazio virtuale dedicato alla filosofia all’interno del portale dell’Ateneo «d’Annunzio». Lo spazio in questione è il frutto di un progetto nato in seno al Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche e Economico-Quantitative dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Dia-Logos vuol essere un luogo d’incontro – e, perché no? di eventuale scontro – tra uomini, idee, competenze disciplinari, prospettive filosofiche, culturali, religiose – o non religiose – differenti. Esso è dedicato a tutti coloro che amano entrare liberamente nel circuito della riflessione critica e del dibattito a più voci. Ma Dia-Logos si propone anche come uno spazio informativo indirizzato a chi è già inserito all’interno dei percorsi formativi filosofici offerti dal nostro Ateneo o a chi pensa di inserirvisi.

Luogo d’incontro e spazio informativo: in questi termini-chiave si condensa l’identità e la missione di DiaLogos.

Studiare filosofia alla d’Annunzio

Insegnare filosofia

FacebookTwitterGoogle+Condividi